Royal wedding minuto per minuto

Il giorno tanto atteso del Royal Wedding è arrivato!

Il titolo nobiliare

Ad iniziare la giornata di magia, favola e romanticismo che coinvolgerà milioni di persone in tutto il mondo, è stato annunciato che il principe Harry e Meghan Markle sono stati nominati duca e duchessa del Sussex.

In attesa dell’inizio della cerimonia nuziale sono arrivati per primi gli invitati facenti parte della “gente comune” che sosteranno all’interno del parco del Castello di Windsor ai quali, inizialmente, era stato suggerito di portare il “pranzo da casa”, ma che, successivamente alle polemiche emerse, verrà offerto un rinfresco.

Il livello di sicurezza a Windsor è altissimo, 34 dei 36 milioni di euro spesi per le nozze sono stati investiti nella sicurezza con droni, cecchini sui tetti, elicotteri e controlli minuziosi a chiunque entri nell’area.

Gli invitati

Ogni step di questo Royal Wedding è segnato da orari precisi. Gli invitati ufficiali dalle ore 10.30 hanno iniziato ad accomodarsi in chiesa.
Molto si è detto anche sul dress code degli invitati. Le donne non dovranno indossare tacchi alti o plateu, ma scarpe che slancino la gamba e che permettano di non superare in altezza i reali.
No a scollature o spacchi provocanti e gonne sotto il ginocchio. Vietate le macchine fotografiche e le borse ingombranti.

Elegantissimi George Clooney e Amal che attraggono gli sguardi di tutti. Lei in abito in abito color senape dalle linee strette a manica corta e con un raffinato copricapo in tinta a tesa larga e veletta. Lui in completo grigio chiaro e cravatta rigata bianca e senape in pendant con il colore dell’abito della moglie

In blu scuro i coniugi Beckham

Alle 12.20 i reali iniziano a raggiungere la Cappella di St. George a piedi attraversando le strade di Windsor.

Molti tra gli invitati e tra i reali hanno scelto il verde come look delle nozze. Un verde declinato in diverse sfumature ed intensità di tono.

Lo sposo

Anche il principe Harry, accompagnato dal fratello William, che farà da testimone, sono arrivati a piedi entrambi in alta uniforme. Harry in divisa ufficiale British Army Blue e Royal per la cerimonia, in onore dei 10 anni che ha servito per l’arma. I due entrano in chiesa dall’ingresso principale.

Per ultima entra la Regina Elisabetta che arriva in auto insieme a Filippo, entra in chiesa, accolta con un un inchino dal futuro sposo.

La regina indossa un abito dal taglio delicato in raso di seta stampata viola e grigia, come descritto dal designer inglese Stewart Parvin, abbinato ad un cappotto caratterizzato da una chiusura in tweed di seta lime.

Meghan nel frattempo è uscita dall’hotel dove ha trascorso la notte e si sta avvicinando alla chiesa a bordo di una Rolls Royce accanto alla mamma.

La madre di Meghan, Doria Ragland, indossa un abito verde chiaro personalizzato e un cappotto da giorno creato dai direttori creativi di Oscar de la Renta, Fernanado Garcia e Laura Kim. Il look è completato da un cappello personalizzato di Stephen Jones.

Look della sposa

Ma ecco che la sposa scende dall’auto, preceduta da due paggetti. Meraviglioso il corteo di flower girl e paggetti tra i quali è presente il principe George e la principessa Charlotte che, con la sua coroncina di floreale di rose inglesi ed ederina, saluta mostrando un grande sorriso.

L’abito della sposa è molto bello, semplicissimo in seta pura bianca, molto chic, manica a tre quarti, lo scollo a bateau, una gonna leggermente rigata, strascico da oltre 2,50 e velo molto lungo con bordatura ricamata. Infatti non si è sposa se non si indossa un abito lunghissimo.

Il modello è firmato dalla stilista Clare Waight Keller di Givenchy, una scelta a sorpresa per un modello quasi inaspettato, senza lustrini e applicazioni. Uno stile minimal chic che ben si addice ad una donna alle seconde nozze.

Il velo è lungo 5 metri ed è realizzato in tulle di seta con ricami provenienti da ognuno dei 53 paesi del Commonwealth.

L’aspetto regale e minimale dell’abito da sposa di Meghan sprigiona lo stesso stile sofisticato ed elegante dell’abito iconico e semplice di Bessette Kennedy, firmato Narciso Rodriguez, indossato quando si è unita in matrimonio con John F. Kennedy Jr. nel 1996.

Tra i capelli, raccolti in uno chignon basso, la tiara della Regina Mary, una donna molto austera, nonna della Regina Elisabetta. Un gioiello di raffinata eleganza, creato nel 1932 in platino e diamanti che ha sortito un effetto inaspettato.

Orecchini a bottone all’orecchio e bracciale al polso firmati Cartier gli altri gioielli indossata dalla sposa.

Per quanto riguarda la sua manicure, le unghie di Meghan erano tenute corte e perfettamente levigate in una morbida tonalità nude.

La fede che indosserà la sposa per unirsi in matrimonio è stata realizzata con oro gallese ed è donata dalla regina Elisabetta.

Il bouquet

Quando è scesa dall’auto, la sposa non aveva tra le mani il bouquet, ma le è stato consegnato successivamente in chiesa. Il bouquet è piccolo e rotondo in stile natural chic, e non a goccia come è usanza delle principesse.

Un bouquet speciale e dal profondo significato, quale dono di grande amore da parte dello sposo. Infatti il bouquet è stato realizzato inserendo nella composizione di pisello odoroso, mughetto, astilbe, gelsomino, astrantia e rametti di mirto alcuni fiori raccolti da Harry nel giardino della loro casa di Kensighon Palace. Fiori particolari: si tratta di “non ti scordar di me” in omaggio a Diana in quanto suoi fiori preferiti. La composizione è legata con un nastro di seta in modo molto semplice.

I rametti di mirto sono una tradizione reale. Provengono dai gambi dei giardini di Osborne House sull’isola di Wight, piantati per la prima volta dalla regina Vittoria nel 1845. I ramoscelli del bouquet di Meghan provengono da una pianta coltivata dallo stesso mirto usato nel bouquet nuziale della regina Elisabetta nel 1947.

La tradizione regale di mettere mirto in un bouquet nuziale risale al regno della regina Vittoria. La figlia maggiore della regina Vittoria, la principessa Vittoria, fu la prima a portare una primavera di mirto nel suo bouquet.

A metà della navata centrale Carlo offre il braccio a Meghan per accompagnarla all’altare. Lei è visibilmente emozionata, ma molto sorridente.

Quanto si è avvicinata ad Harry lui gli sussurra: “You look amazing.”

La mamma della sposa ha lacrime agli occhi.

La Cerimonia

La cerimonia nuziale di questo Royal Wedding è officiata dal reverendo David Conner, mentre il vescovo afro-americano Michael Curry ha fatto un’omelia molto toccante incentrata sul tema dell’amore in tutte le sue sfaccettature alla fine della quale il coro gospel ha intonato “Stand by me”.

Gli addobbi floreali

Gli addobbi floreali sono stati curati dalla flower di Londra Philippa Craddock, incaricata di decorare la cappella con rose da giardino bianche e peonie nonché rami di faggio, betulla e carpino per le esposizioni floreali, che saranno distribuite alle organizzazioni benefiche locali dopo il matrimonio.

Molte piante sono state ricavate dai giardini e dal parco di proprietà reale Crown Estate e Windsor Great Park.

Grande magnificenza in questi addobbi floreali, perfetta per un Royal Wedding. Gli allestimenti ricordano un giardino in libertà con alberi e fiori leggeri bianchi in stile natural chic.

Dopo la cerimonia

Dopo la cerimonia religiosa, Harry e Meghan sono saliti sulla carrozza e hanno percorso per circa 20 minuti le strade di Windsor per dirigersi al ricevimento nuziale al Castello offerto dalla Regina Elisabetta.

Il royal wedding proseguirà in serata quando è previsto un secondo ricevimento per 200 ospiti presso Frogmore House che verrà omaggiato dal principe Carlo.