Il terzo abito da sposa di Charlotte Casiraghi è stato indossato sabato 29 giugno per la celebrazione del matrimonio religioso con Dimitri Rassam in una romantica chiesetta della Provenza.

La coppia, che si è unita in matrimonio civile il 1 ° giugno a Monaco , ha celebrato la seconda cerimonia religiosa nell’Abbazia di Sainte-Marie de Pierredon nei pressi di St. Remy de Provence nel sud della Francia, un piccolo borgo della Provenza dove Charlotte ha passato molti momenti della sua infanzia.

Infatti la decisione di celebrare il matrimonio religioso e un secondo ricevimento in Provenza ha una motivazione emotiva per Charlotte. A soli 4 anni, quando suo padre Stefano morì improvvisamente, lei e i suoi fratelli furono presi dalla loro madre, la Principessa Carolina, per vivere in Provenza. Spostandoli a St. Remy, Caroline sperava di offrire alla sua giovane famiglia una vita al di fuori dei riflettori.

Nozze blindatissime e luogo segreto a tutti, anche agli invitati, che sono stati accolti in un luogo di appuntamento e poi portati da pullman in Provenza.

Situata a circa 30 minuti dal villaggio di St Remy, l’ Abbaye de Pierredon si trova in cima a una montagna in mezzo a 600 ettari di foresta e macchia mediterranea. Circondata da alberi di pino e cedro e acri di lavanda profumata, ha una cappella incastonata in una valle che nel 1205 servì come abbazia religiosa.

Alla cerimonia hanno partecipato lo zio di Charlotte, il principe Alberto II di Monaco , e sua madre, la principessa Carolina di Hannover, i fratelli della sposa, Andreas e Pierre, sua sorella, Alexandre de Hanover e la madre dello sposo, attrice e modella Carole Bouquet.

Terzo abito da sposa di Charlotte Casiraghi

Gli ospiti hanno anche ricevuto come cadeau piccole bacchette profumate di lavanda prodotte da un’azienda locale.

Il terzo abito da sposa di Charlotte Casiraghi ha uno stile vintage provenzale con qualche spunto boho chic, caratterizzato da maniche lunghe, pizzo e volant. Il velo ricamato e i capelli raccolti hanno completato il look della sposa che, tra le mani teneva un bouquet di lavanda e spighe di grano. In total white anche lo sposo.

Un matrimonio lungo un mese chiuso con questa cerimonia religiosa lontana dai riflettori e in totale silenzio stampa. Che amore sia!