Destination wedding Amalfi per realizzare il sogno d’amore di Ilenia e Bruno, una coppia innamoratissima che ha scelto le meraviglie della costiera amalfitana per il loro wedding day.

sogno d'amore

La loro storia e il loro sogno d’amore inizia proprio in costiera e, per interpretare il loro destination wedding, Cira ha pensato di utilizzare tutti i colori e tutte le bellezze che caratterizzano questa zona.

Profumi, colori e sapori mediterranei sono stati portati in evidenza attraverso l’uso dei limoni accompagnati dal mood dei disegni delle ceramiche vietresi e alle sfumature del giallo, blu, bianco e celeste, i colori dell’evento.

In una magnifica venue della costiera, circondati da panorami mozzafiato c’erano mattonelle di maiolica di Vietri nel tableau de mariage, personalizzate con il nome di ogni invitato. Un piccolo ricordo per gli ospiti da conservare come memoria di questo giorno meraviglioso.

La sala del ricevimento nuziale è stata allestita con un tavolo imperiale lungo 25 metri più 8 tavoli tondi, quattro rivolti verso il mare e quattro all’interno.

Il tavolo imperiale, preparato per 52 ospiti, è stato ricoperto da una tovaglia dipinta con maioliche di vietri, creata appositamente per gli sposi e arricchito da composizioni floreali su vasi altissimi bianchi ricolmi di una massificazione di ortensie blu e rose gialle, alternati a piccoli vasetti di colore blu traboccanti di una massificazione di ortensie bianche e centrotavola colmi di limoni freschi.

Come segnaposto, un delizioso cadeau per gli ospiti, una tazzina in porcellana dipinta a mano caratteristica dell’artigianato di Amalfi e, a nominare il tavolo con i luoghi della costiera, c’era una mattonella vietrese.

L’ingresso nella sala del ricevimento nuziale è stato un grande impatto emozionale che ha coinvolto tutti i sensi a 360° per gli sposi e per tutti gli invitati a questo matrimonio da sogno.

Stupore, meraviglia ed emozione per un wedding in Italy caratterizzato da dettagli personalizzati, classe e raffinatezza firmato da Cira Lombardo.

Foto by Di Fiore Fotografi