Lucchetti dell’amore incatenati ai ponti dagli innamorati sono ormai un’usanza e una moda utilizzata dalle coppie che si amano per suggellare il loro amore eterno.

Si crede, infatti che se una coppia innamorata attacca un lucchetto ad una qualsiasi superficie che si trova nei pressi di un ponte e poi getta la chiave nel fiume, il loro amore sarà indissolubile, finchè la chiave non verrà ritrovata e aperto il lucchetto.

lucchetti dell'amore

Ma sapete come è nata questa tradizione?

La moda dei lucchetti dell’amore nasce proprio in Italia. Più di 50 anni fa, gli allievi ufficiali della Scuola di Sanità in Costa San Giorgio, erano soliti incatenare il loro lucchetto dell’armadietto nei pressi del Ponte Vecchio a Firenze al termine del periodo del servizio militare.

Ma il legare il lucchetto ad un ponte che diventa simbolo dell’amore eterno è legato al libro di Federico Moccia “Ho Voglia di te” nel quale due giovani innamorati romani legano un lucchetto al lampione centrare del ponte Milvio e gettano le chiavi nel Tevere per consacrare che il loro amore sarà per sempre.

Ben presto l’usanza di incatenare i lucchetti dell’amore ai ponti si è diffusa a dismisura in tutta Italia e all’estero. Pensate che in Cina legano i lucchetti dell’amore alla Grande Muraglia!

I lucchetti prima di essere attaccati, vengono personalizzati. Possono essere colorati, decorati con cuori, frasi d’amore, con il nome degli innamorati e la data del loro fidanzamento.

I lucchetti dell’amore possono diventare anche un dettaglio personalizzato per caratterizzare un matrimonio romantico, ad esempio, nella realizzazione di un tableau de mariage, come ideato da Cira Lombardo per interpretare un matrimonio dallo stile parigino.

Foto by Di Fiore Fotografi