Quando si dice “Matrimonio americano”, non si può che pensare alle classiche nozze viste nei film. La sposa in ampio abito bianco, tante damigelle, centrotavola alti e wedding cake a più piani. Vi ricordate “Prima o poi mi sposo” (in lingua originale, “The Wedding Planner”) con Jennifer Lopez? Un classico intramontabile, che stuzzicò la nostra curiosità sulla professione dell’organizzatore di eventi già nel 2001. Ma mi vengono in mente anche tante altre pellicole, da “28 volte in bianco” a “Il matrimonio del mio migliore amico”, da “Se scappi, ti sposo” a “Il padre della sposa” e a “La mia miglior nemica”. Pochi sanno, però, che lo stile del wedding day, anche per gli Stati Uniti, varia da paese a paese e che, spesso, le differenze sono eclatanti. Raccogliere idee e ispirazioni dal mondo è sempre stata la mia passione! Perciò, in quest’articolo vi svelerò qualche curiosità e, insieme, scopriremo come interpretare lo stile americano anche in Italia!

Matrimonio americano

www.hola.com

 

 

Il classico matrimonio americano.

Partiamo dalla versione che tutti conosciamo, il matrimonio americano classico. Molte delle sue peculiarità sono giunte fino a noi, tanto da essere introdotte da alcuni sposi nelle loro nozze italiane. Parliamo di dettagli che non appartengono alla nostra tradizione, ma che, a poco a poco, sono diventati piuttosto comuni. Ne è un esempio l’organizzazione del corteo nuziale, composto da damigelle adulte o da damigelle adulte con accompagnatori. Gli americani chiamano il corteo “Bridal Party”, un gruppo di persone molto vicine agli sposi.

Chi può far parte del Bridal Party?
  • Best Man. Il termine propriamente inglese può essere tradotto letteralmente come “uomo migliore”. Trova il suo corrispettivo nell’italiano “testimone dello sposo“.
  • Maid/Matron of Honor (a seconda che sia nubile o già sposata). È la damigella d’onore e trova il suo corrispettivo nell’italiano “testimone della sposa”.
  • Braidsmaids. Le damigelle della sposa, scelte, di solito, fra le sue migliori amiche.
  • Groomsman. Gli uomini dello sposo, di solito accompagnano le damigelle.
  • Flower girl. Alla lettera, “la ragazza dei fiori”. Una bambina che sparge petali lungo la navata, anticipando l’arrivo della sposa.
  • Ring Bearer. Colui che porta gli anelli. In altre parole, o in parole italiane, stiamo parlando del paggetto.
Matrimonio americano

www.youandyourwedding.co.uk

Per quanto riguarda la wedding cake, solitamente quella tipica del matrimonio americano è a più piani di pan di spagna. I piani sono rigorosamente posti l’uno sull’altro senza spazi e ricoperti di pasta di mandorle o pasta di zucchero.

Il mio segreto.

Se si vuole introdurre qualcuno degli elementi del wedding americano in un matrimonio italiano, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Si può optare per centrotavola alti nella sala del ricevimento, per una torta a più piani o per un corteo di damigelle. In quest’ultimo caso, potrà essere la sposa a scegliere (e pagare) gli abiti, proprio secondo l’uso americano. In alternativa, potrà fornire delle semplici indicazioni sui colori. Inoltre, la damigella d’onore potrà indossare un dettaglio prezioso o portare un bouquet particolare, per distinguersi dalle altre.

Matrimonio americano

Ph. Tina Peluso

Il matrimonio americano a New Orleans.

Colorato, allegro e accompagnato da tanta buona musica. Una caratteristica di questo tipo di wedding day è il fatto che le torte nuziali sono due, una per lo sposo e una per la sposa. Solitamente, quella preparata per lo sposo presenta dei richiami al suo lavoro o ai suoi hobby. Quella della sposa, invece, ha al suo interno degli oggetti nascosti, ai quali si legano dei nastri. Tutte le invitate nubili devono tirare via i nastri e i corrispettivi oggetti rappresentano il loro futuro amoroso. L’invitata che, ad esempio, estrae dalla torta un ditale è destinata a non sposarsi mai!

Matrimonio americano

tripadvisor.com

Ancora, per il banchetto nuziale il cibo è una mescolanza di piatti francesi, creoli e tradizionali dell’America del Sud, fra i quali banane foster (a base di banane, gelato alla vaniglia e una salsa caramellata contenente burro, zucchero di canna, cannella, rum scuro e liquore alla banana, che viene sottoposta a cottura flambé, gamberetti, ostriche e salsicce di tasso!

Il mio segreto.

Il matrimonio tipico della zona di New Orleans è davvero spettacolare e molto divertente. Per inserirne un “pezzetto” nel proprio ricevimento di nozze, non si può che puntare sulla musica, in modo da trascinare tutti gli ospiti in pista dopo il banchetto. Non solo! Anche la tradizione dei nastri per le invitate nubili è molto originale e, per questioni di praticità (data la mancanza di due torte per gli sposi italiani), può essere applicata al lancio del bouquet. Al bouquet della sposa saranno legati dei nastri, ma solo uno sarà fissato a dovere. La ragazza che tirerà via il bouquet dalle mani della sposa sarà la successiva a sposarsi!

Matrimonio americano

Ph. Francesco Caliendo

Il matrimonio americano a Las Vegas.

Non molto romantico, definito spesso “matrimonio lampo” e scelto dalle coppie con poco tempo e pochi soldi che vogliono fare il grande passo. A Las Vegas, infatti, si trovano un’infinità di cappelle a tema, dedicate a personaggi storici e pop star americane, dove è possibile sposarsi rapidamente e senza troppe noie burocratiche. Anche fra le stesse star hollywoodiane capita che ci si sposi in questo modo. Mi vengono in mente le folli nozze di Joe Jonas e Sophie Turner, celebrate lo scorso anno nellaChapel L’Amour e caratterizzate da anelli di caramelle e da una Cadillac rosa, a cui però è seguito un matrimonio più tradizionale.

Matrimonio americano

www.mundodeportivo.com

Il mio segreto.

I matrimoni di Las Vegas sono eccessivi e fuori dagli schemi, ma possono essere d’ispirazione per sposi molto giovani o dalla forte personalità. Non è facile riprodurne lo stile qui in Italia, ma una buona idea può essere quella di osare con la palette colori, con un photo booth super originale o con uno spettacolo di ballerini durante il ricevimento. Effetto “wow” assicurato!

Matrimonio americano

Ph. Enzo Rando

Il matrimonio americano Amish.

Molto più sobrio e quasi “severo”, viene celebrato sempre a novembre e dicembre, perché gli altri mesi sono dedicati alla raccolta. Inoltre, le nozze non possono svolgersi di sabato o di domenica, perché sono due giorni sacri. La cerimonia è molto semplice, addirittura senza anelli, e l’abito della sposa è davvero molto parco, di solito cucito dalla sposa stessa, blu o violetto e senza velo. L’abito da sposa viene poi riutilizzato come vestito “della domenica”.

Matrimonio americano

silmonkey.com

Il mio segreto.

Non consiglierei mai ai miei sposi di ispirarsi alla (un po’ eccessiva) austerità dei matrimoni Amish, ma anche in questo caso possiamo trarne un’ispirazione. Mi riferisco soprattutto al momento della cerimonia in chiesa: sebbene, dal mio punto di vista, i wedding day debbano essere sempre un momento di grande gioia e di festa, gli innamorati non dovrebbero mai dimenticare la solennità del sacramento e il valore della loro unione. Per i festeggiamenti ci sarà tutto il tempo durante il ricevimento, perciò, se scegliete di sposarvi con un rito religioso, siate sempre misurati e rispettosi.

Matrimonio americano

Ph. White Photography