Non solo matrimonio religioso per il giorno più bello della vita, ma anche matrimonio in comune! Il matrimonio in comune è scelto da moltissime coppie di sposi, tanto che, in alcune zone dell’Italia è più rischiesto rispetto al matrimonio in chiesa con una tendenza che è sempre più in aumento.

Fino a qualche decennio fa il matrimonio in comune, o matrimonio civile, era scelto essenzialmente da coppie che si univano in seconde 0 terze nozze, ma attualmente per alcune sue caratteristiche e peculiarità, il rito in comune sta diventando la scelta principe di  moltissimi matrimoni.

matrimonio in comune

Foto by Federica Napolitano

Perchè molte coppie di sposi scelgono il matrimonio in comune?

Ci sono aspetti del matrimonio celebrato in comune che fanno sì che le coppie di futuri sposi preferiscano questa unione rispetto a quella tradizionale in chiesa.

Il matrimonio civile ha una cerimonia più breve e concisa, ha la possibilità di grande personalizzazione del rito con scelta di musiche o letture particolari e inoltre lo si potrà caratterizzare con riti simbolici o temi particolari.

matrimonio in comune

Foto by Studio Morlotti

Le procedure burocratiche del matrimonio in comune

Le procedure burocratiche per un matrimonio in comune si dovranno iniziare almeno 2 mesi prima della data stabilita

1- richiedere le pubblicazioni

Il primo passo per celebrare un matrimonio in comune è richidere le pubblicazioni ad uno dei comuni di residenza dei futuri sposi che le rilascerà per un perido di validità di 180 giorni. Dopo 4 giorni dalla firma delle pubblicazioni sarà possibile avere il nulla osta e si potrà celebrare il matrimonio.

matrimonio in comune

Foto by Di Fiore Fotografi

2- documenti da presentare

I futuri sposi dovranno presentare: certificato di nascita, di cittadinanza, di residenza e di stato, l’eventuale certificato di divorzio se uno dei due è divorziato, o di morte in caso di vedovanza. Dovranno inoltre dichiarare: assenza di impedimenti di parentela od affinità, assenza senza di interdizione mentale e di non avere condanne.

Dopo la presentazione dei documenti il comune contatterà la coppia per fissare una data di giuramento dopo il quale verranno affisse per otto giorni consecutivi le pubblilcazioni di nozze in entrambi i comuni di residenza dei futuri sposi.

matrimonio in comune

foto by Studio Morlotti

3- dove si svolge e chi celebra la cerimonia

La cerimonia potrà essere svolta in uno dei due comuni di residenza degli sposi, ma anche in un terzo comune a scelta, nel qual caso, tutta la documentazione verrà trasmessa nel comune prescelto.

Il rito si svolgerà nelle sale comunali, ma spesso i Comuni mettono a disposizione location, sale, cortili o giardini per le coppie che vogliano unirsi con cerimonia civile.

matrimonio in comune

Foto by Fashion Studio

Il matrimonio in comune sarà celebrato dall’’Ufficiale di Stato Civile, alla presenza di almeno due testimoni. Per ufficiale civile si intende il sindaco, o il vicesindaco, ma anche un assessore o un consigliere comunale. Con le nuove disposizioni disposizioni di legge oggi può officiare il matrimonio civile un qualsiasi cittdino italiano, maggiorenne che goda dei diritti civili e politici. Quindi potrai anche scegliere un parente o un amico. In questo modo la cerimonia risulterà ancor più emozionante e personalizzata.

Personalizzazione del matrimonio in comune

Per rendere unico e indimenticabile il matrimonio in comune si potrà procedere con molti elementi di personalizzazione.

La minor formalità della cerimonia in comune permette grandi spazi di personalizzazione. Ad esempio si potrà scegliere una colonna sonora del rito con musiche e canzoni che ricordino i momenti più belli della storia d’amore degli sposi. Oppure personalizzare il rito con letture particolari scritte dai presenti o con dei passi tratti da libri o poesie.

matrimonio in comune

Foto by Di Fiore Fotografi

Si potrà anche abbinare al matrimonio in comune un rito simbolico che renderò più emozionante il momento delle promesse attraverso un iter particolare fatto di simbolismi e frasi scelte ad hoc.

Abito della sposa

Per l’abito nuziale della cerimonia in comune la sposa potrà osare maggiormente rispetto al matrimonio in chiesa. Potrà scegliere un abito da sposa corto, oppure un abito informale come un tailleur elegante anche con pantalone, ma anche abiti colorati e meno impegnativi.

Se invece volete dar sfogo alla vostra femminilità potrete scegliere un abito da sposa con le spalle scoperte o con particolari scollature e spacchi sensuali, magari un particolissimo modello haute couture che sarà adattissimo anche durante il ricevimento nuziale e la serata.

matrimonio in comune

Foto by Berta Bridal Collection

Nulla vieta alla sposa di scegliere un abito da sposa tradizionale a tutti gli effetti.

Insomma grande libertà per il look della sposa che, in ogni caso, dovrà essere armonioso e curato in ogni dettaglio.

matrimonio in comune

Foto by Berta Bridal Collection

Via libera quindi al matrimonio in comune che non avrà nulla da invidiare al matrimonio tradizionale in Chiesa grazie alla scelta di elementi che lo renderanno unico ed emozionante!